Sostituire le lampadine, quantità di luce emessa dalle lampadine led.

Come le lampadine ad incandescenza ma con il cuore led.

Grazie ai progressi di questi ultimi anni le lampadine led costituiscono oggi una valida alternativa alle lampadine ad incandescenza tradizionali. Essendo dotate dello stesso attacco e27/e14 possono funzionare negli apparecchi di illuminazione senza generare alcun pericolo. La grande varietà di queste lampade porta subito a pensare alla complessità di forme e funzioni che sono chiamate a sostituire, infatti, nonostante garantiscano piena compatibilità elettrica, meccanica e termica, dal punto di vista della quantità e della direzionalità della luce presentano differenze rilevanti. Mentre fino ad oggi, forse sarebbe più corretto dire “ieri”, chi acquistava una lampadina ad incandescenza da 60 Watt aveva la certezza che la quantità di luce e la qualità sarebbero rimaste pressoché invariate, oggi la ricerca di una lampadina equivalente necessita di alcune considerazioni in più.

Lampadine giuste o lampadine sbagliate ? 

Purtroppo in questa fase di passaggio ad una nuova tecnologia è possibile che alcune persone, se non assistite nell’acquisto di nuove lampadine led e non opportunamente consigliate, restino poi deluse dalle effettive prestazioni del prodotto acquistato. Per scegliere la giusta lampadina led, infatti, si devono porre in relazione alcuni parametri tecnici del prodotto con l’uso a cui sarà preposta e la lampada in cui verrà poi installato.

Sostituire le lampadine, quantità di luce emessa dalle lampadine led.

L’unità di misura della quantità di luce emessa è il lumen (lm). Per molti anni il mercato ha offerto lampade ad incandescenza costruite con la stessa tecnologia per cui, essendo la quantità di luce proporzionale rispetto alla potenza (espressa in Watt), si è stati indotti a paragonare la quantità di luce in funzione della potenza. La scelta della lampada era quindi esclusivamente in funzione della potenza, così, chi voleva più luce in un determinato ambiente sceglieva lampade più potenti, mentre chi desiderava livelli inferiori di illuminamento sceglieva una lampada meno potente. Con l’avvento di lampade cosiddette a risparmio energetico, prima con le lampade a fluorescenza compatte ed oggi anche con la tecnologia LED, che producono la stessa quantità di luce con una minore quantità di watt assorbiti, il legame lumen / watt è stato sostanzialmente modificato. Per orientare le persone nella scelta della lampada corretta, oltre ad indicare il quantitativo di lumen emessi dalla lampada, i costruttori indicano la potenza equivalente di una lampada ad incandescenza che emette la stessa quantità di luce. Tali parametri sono regolamentati anche da direttive europee (etichettatura energetica – 98/11/CE e direttiva eco design – 2009/125/CE).

 

Qualità della luce emessa.

La luce prodotta da una lampada ad incandescenza è una luce definita “calda” con uno spettro luminoso completo e quindi in grado di far risaltare tutti i colori delle superfici illuminate, mantenendoli naturali. I produttori di lampade tradizionali, pur avendo differenti metodi di fabbricazione, fornivano al mercato prodotti standard, perciò la sostituzione di una lampada con una di marca differente non portava a modifiche sostanziali nella qualità della luce. La tecnologia LED permette di produrre differenti tonalità di luce bianca con differenti indici di resa dei colori a seconda delle diverse tecnologie utilizzate per cui va posta molta attenzione a questi parametri al momento della scelta.

 

I parametri con cui si misura la qualità della luce emessa sono:

Temperatura colore (CCT) espressa in gradi Kelvin (K), Indice di Resa cromatica (CRI) espresso come numero puro da 0 a 100 e Direzionalità espresso in gradi (n°). Anche quest’ultimo parametro, la direzionalità della luce, può costituire un elemento fondamentale nella scelta della lampade led. Infatti va tenuto presente che le lampade ad incandescenza tradizionali emettevano luce, con la stessa intensità, in tutte le direzioni, mentre le lampade led devono invece fare i conti con una sorgente che emette luce in modo direzionale e quindi, quelle progettate per sostituire lampade con distribuzione uniforme in tutte le direzioni, dovranno essere provviste di particolare accorgimenti ottici. I led sono alternative ottimali in quelle lampade che nascono per proiettare la luce come i faretti.

 

Regolazione della luminosità (Dimmeraggio).

Attenzione: Non tutte le lampade led sono dimmerabili con i regolatori di luminosità (dimmer) installati negli impianti o sugli apparecchi.

Se vuoi ridurre i consumi e risparmiare energia elettrica richiedi ora un preventivo per sostituire le lampadine ad incandescenza o a fluorescenza con nuove lampadine led a risparmio energetico. Contattaci.

Collegamenti esterni

Nessun collegamento.

Lascia un commento