Lampade di desing, la collezione Illustri di Aldo Bernardi

Lampade di desing, la collezione Illustri di Aldo Bernardi

Lampade di desing, la collezione Illustri di Aldo Bernardi

La collezione Illustri lampade di desing a firma Aldo Bernardi costituisce per l’azienda un passo avanti e allo stesso tempo un salto nel passato. Mentre la produzione torna infatti al punto di partenza, la ceramica, le finiture delle ultime collezioni guardano decisamente al futuro e presentano nuovi smalti, nuove colorazioni, nuovi effetti e nuovi materiali ceramici. Il risultato sono forme minimaliste che spiccano per la straordinaria particolarità delle decorazioni ottenute grazie a doti di incredibile manualità ed esperienza nella lavorazione delle ceramiche.

Come si sposano lampade di design e linee dal fascino intramontabile

Ed ecco che l’innovazione proposta da Aldo Bernardi rende nuovamente protagonista l’antica arte della ceramica con linee dal fascino intramontabile che sprigionano in ogni direzione l’incantesimo dell’artigianalità. Guardando le collezioni Illustri e ripensando alle origini dell’azienda di Bassano del Grappa oltre trent’anni fa, il primo pensiero che salta alla mente è “Il primo amore non si scorda mai !”. L’antica arte del lustro e la squisita padronanza nella lavorazione ceramica sono la vera bellezza della nuova collezione che, come in passato, è destinata a lasciare il segno nel settore dell’illuminazione ed in particolare nell’ampio catalogo delle lampade di desing.

 

Esistono diverse tecniche per realizzare la decorazione a lustro

Tradizionalmente la tecnica del lustro si ottiene applicando un impasto a base di sali metallici sulla superficie di un manufatto ceramico già cotto e decorato, il quale va sottoposto ad un’ulteriore cottura nella cosiddetta “muffola” (camera del forno), con atmosfera priva di ossigeno in modo che i sali metallici si possano trasformare in metalli puri e le particelle metalliche vengano incorporate nello smalto, rammollito dal calore, determinando così quell’effetto cangiante che è tipico del lustro. Esistono diverse tecniche per realizzare questo tipo di decorazione.

Nel lustro ad impasto i sali metallici sono addizionati di un eccipiente terroso che viene rimosso dopo la cottura; nel lustro ad acido i sali sono disciolti in una soluzione di acido acetico, mentre il lustro in vernice è ottenuto addizionando i sali metallici alla composizione del rivestimento vetroso.

Altre tecniche sono quelle del lustro per volatizzazione e del lustro ai resinati.

La tecnica utilizzata invece nella linea I LUSTRI è quella del lustro per fusione, contenente uno strato dei seguenti metalli preziosi: oro 24 carati, platino 22 carati e rame titolo al 90%. La procedura parte dall’oggetto uscito dallo stampo che, pulito ed essiccato, viene cotto a 1000° e successivamente smaltato ad immersione; lo smalto viene poi steso a spruzzo e successivamente ricotto a 995°. Si procede quindi alla decorazione del lustro, stendendo a pennello, con mano ferma e precisa, i diversi depositi dei metalli preziosi precedentemente descritti (oro, platino o rame). Si prosegue con una ulteriore cottura a terzo fuoco a circa 750°.


Cliccando i link a seguire puoi visualizzare alcuni esempi della nuova collezione lampade di desing ILLUSTRI sul sito Aldo Bernardi Aldo bernardi sito web
ILLUSTRI L1
ILLUSTRI L2
ILLUSTRI L3
ILLUSTRI L4
ILLUSTRI L5
ILLUSTRI L6
MULTILUSTRI L7
ILLUSTRI L8
ILLUSTRI L9
ILLUSTRI L10
ILLUSTRI L11


Desideri ricevere una copia del catalogo in formato pdf oppure vuoi chiedere informazioni, preventivi, consulenza illuminotecnica ? Contattaci.

 

Collegamenti esterni

Nessun collegamento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.